L’idea di “Sud America e…oltre”, nasce da un’esigenza, oggi quanto mai legittima, di creare senza inventare. In un’epoca musicale, che oserei definire “satura”, il ruolo dell’artista compositore, sta volgendo verso una realta’ sempre meno definita nei confronti di cio’ che definiamo “innovazione”.

Si sa oggi non si crea nulla di nuovo, ma si riscrive sopra a cio’ che in tempi meno recenti ha suscitato stupore nei nostri animi. Tuttavia la veste dell’interprete che rielabora “il vecchio” ha conquistato nell’era attuale dei toni piu’ netti e direi anche molto interessanti.

Il termine COVER, sicuramente antitetico al concetto di “creazione”, ci restituisce oggi molto generosamente la possibilita’ e l’opportunita’ di esprimere quel bisogno inesauribile di creare se pur senza nulla inventare.

“Sud America e…oltre”, vuole avere esattamente questa ambizione, ripercorrendo senza un principio cronologico, quelle melodie che hanno caratterizzato una grande fetta di tutta quella musica, come fosse un’unica realta’, nota anche sotto l’espressione inglese “latin pop” rientrando nei canoni complessivi della musica pop ma peculiare in quanto ad eseguirla sono autori di lingue neolatine, tra cui le piu’ adoperate sono lo spagnolo, l’italiano ed il portoghese.

Massimo di Matteo: Chitarra

Cantante: Laura Nasini

Sassofonista: Sabatino Matteucci

Pianista: Massimo Saccutelli